La Pieve racconta

Arte, storia e lambrusco. A Panzano

Vellutata di pomodori e zucca

Vellutata di pomodori e zucca

Calda, fumante, irresistibile. E, soprattutto, sana.

Questa ricetta vi farà impazzire. Ma cosa pensate? Non perché sia difficile, tutt’altro. Avrete un successo incredibile e vi leccherete i baffi.
Cominciamo con gli ingredienti:

  • 400 g circa di pomodorini;
  • cinque cucchiai di olio;
  • mezza cipolla bianca tagliata a julienne;
  • una manciata di prezzemolo tritato;
  • una manciata di granella di nocciole;
  • 200 g di zucca tagliata a dadini;
  • noce moscata;
  • sale e pepe q. b.

Procedimento

  1. Mettete a cuocere la zucca in una padella antiaderente con un filo d’olio e un bicchiere d’acqua.
  2. Intanto frullate i pomodori fino a ottenere una crema piuttosto liquida. Cuocetela a fuoco lento assieme ai cinque cucchiai d’olio. Unite la cipolla, un bicchiere d’acqua, il sale e il pepe. Ricordatevi di mescolare di tanto in tanto con un cucchiaio di legno per evitare che si attacchi alle pareti della pentola.
  3. Nel frattempo la zucca si sarà ammorbidita. E allora salate, pepate e non dimenticate di aggiungere una presa di noce moscata: darà al vostro piatto un sapore unico e vagamente esotico. Amalgamate il tutto e distribuite i dadini di zucca su due piatti fondi o, ancora meglio, su due piccole ed elegantissime zuppiere.
  4. Capirete che la zuppa di pomodoro sarà pronta quando, da rosa, avrà assunto un colore rosso scuro e si sarà addensata. Una volta pronta, versatela nei piatti ricoprendo uniformemente i dadini di zucca. Aggiungete una manciata di granella di nocciole e qualche filo di erba cipollina come guarnizione, e il gioco è fatto!

Servitela in tavola bella fumante per godervi una serata autunnale in casa, magari in dolce compagnia. Vi scalderà anche il cuore.

2 Comments

  1. Per pelare i pomodori, segnare con il coltello una piccola X sul fondo di ciascun pomodoro e immergerlo in acqua bollente per 15-30 secondi. Una volta scolato, la pelle verra via facilmente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2020 La Pieve racconta

Theme by Anders NorenUp ↑